Tra corsi e corsetti il Coni di Lombardia non molla la Scuola

E laquestione calcio studentesse lombarde passa da Kafka a Totò......

(Pubblicato da i-phone. Spero senza errori)
Era nostra intenzione raccontare una favoletta relativa alla vicenda kafkiana del calcio femminile in Lombardia, ma la scoperta sui “corsi di aggiornamento” che stiamo per illustrare ha fatto perdere la voglia di scherzare.
La Scuola dello Sport lombarda ha organizzato, con inizio nei prossimi giorni, corsi di aggiornamento per i maestri elementari in tutte le province lombarde con l’esclusione di Milano e Varese. Con inizi differenziati, il primo è Lodi già al 1 settembre, il Comitato Regionale prepara questa serie di incontri il cui tema è riassunto nell’immagine che segue. Pubblichiamo Bergamo che è solo la prima in ordine alfabetico.
L’elenco completo dei corsi si trova all’indirizzo:
http://lombardia.coni.it/lombardia/scuola-regionale/corsi.html

Non stupisce che la Scuola dello Sport continui a proporre maestri elementari iniziative culturali per la scuola, anche se da un punto di vista formale il Centro studi sportivo del Comitato Olimpico non dovrebbe avere attinenze sul primo grado.

Continua…Tra corsi e corsetti il Coni di Lombardia non molla la Scuola

Agli Europei la Fidal perde anche contro chi non c’è.

E invece che applaudire nuoto e ciclismo sminuisce gli altri successi azzurri.

Avete presente quel simpatico film con Bill Murray (Ground Day) nel quale l’attore rivive costantemente il Giorno della Marmotta?
Le dichiarazioni, per fortuna brevi, del post Europei sembrano seguire la stessa terribile ripetitività da tempo immemore.
Dato che l’oro e l’argento vinto nella maratona squadre non è Campionato Europeo, bensì erede della vecchia Coppa per Nazioni non solo siamo in fondo al medagliere, ma siamo rimasti dietro anche alle due “nazioni” che non dovrebbero esserci.
La prima è la Non-Russia, terra che esclusa dall’Atletica è presente in tutte le altre discipline di questo Europeo Multisport con la sigla ANA.
L’altra è Israele, sportivamente europea, ma geograficamente mediorientale, che ci supera grazie all’oro nei 10,000 della Salpeter.

Continua…Agli Europei la Fidal perde anche contro chi non c’è.