E la Legge 107 ha partorito il MiniPony

Mentre le scuole stanno attendendo la circolare sull’attività sportiva scolastica ed hanno già ha già visto bruciare tre mesi di attività sportiva, il Ministero ha emanato l’elenco delle Associazioni, Federazioni o Enti di promozione, affiliate al Comitato Olimpico,  le prescelte potranno dare vita ai Progetti Nazionali.
Sono oltre 20 quelle disponibili a questa collaborazione, frutto di un protocollo del 2013. Fin qui niente di anomalo se non qualche dubbio inizia leggendo che gli insegnanti e tecnici potranno svolgere i progetti in orario curriculare. E appena il caso di ricordare che per entrare nella scuola bisogna avere superato una serie di prove, non ultima la presentazione del casellario giudiziario. Però sorvoliamo, dato che abbiamo il Coni come garante.
miur-aoodgsip-registro_ufficialeu-0008195-09-11-2016
La prima grande perplessità è che il Ministero non è ancora pronto, fatto come abbiamo ricordato non casualmente in apertura, ad emanare le proprie disposizioni alle scuole.
Viene, nei fatti, procurata una sorta di supplenza, fornita da parte di un mondo parallelo il quale non ha nei suoi di obblighi istituzionali lo sport a scuola.


Semmai, in qualche caso, approfitta proprio delle carenze della struttura scolastica.
La nota ministeriale afferma che i progetti sono stati validati ed informa della prossima apertura del nuovo portale unico dedicato alle attività progettuali scolastiche.
Stessa notizia di un paio d’anni addietro; il portale, per quanto riguarda le attività motorie, dovrebbe già esistere, ma in pochi l’hanno visto funzionare.
Scorrendo l’elenco, e verificando caso per caso, ci si trova davvero di tutto; alcune federazioni mettono a disposizione i tecnici per una semplice conoscenza della propria disciplina; quindi una sorta di promozione in orario curriculare.  Alla fine del commento si trova qualche riga per ogni progetto.
Certo la più simpatica è Ginnasticando con il Pony . Più roba da cartoni che da progetto nazionale previsto dalla Legge 107…..
In questi giorni, con la pubblicità di Amazon sul pony che entra in casa, avrà un successo incredibile…….

Progetto. “Ginnasticando con il Pony”


Altre associazioni prospettano ulteriori giornate gara rispetto ai campionati studenteschi; non mancano quelle che propongono premi e classifiche sponsorizzate da grandi gruppi alimentari (chissà se contengono olio di palma) .
In particolare non manca chi propone semplicemente di far aderire la scuola alla Federazione; gli studenti  diventerebbero così giocatori tesserati della società sportiva scolastica.
Almeno in quattro casi sui 25 enti che possono svolgere la collaborazione non c’è notizia di nessun genere sul sito, indicato nella nota ministeriale, relativo a qualsivoglia azione con la scuola. In più d’un caso non c’è notizia nemmeno dell’attività 2015.
Vi è quindi da chiedersi se prima di emanare il tutto, da parte dei responsabili ministeriali, stata effettuata una reale verifica.
Ed anche se sia stato analizzato l’andamento degli eventuali protocolli dello scorso anno. Siamo certi che no, nessuno ha verificato.
Ed anche se sia stato analizzato l’andamento degli eventuali protocolli dello scorso anno.
L’aspetto più problematico riguarda in ogni caso il tesseramento degli atleti-studenti o degli studenti-atleti, verso una Federazione sportiva nazionale, a cura del proprio dirigente scolastico. In particolare per Lotta pesi judo, Pallamano e Rugby.
La domanda torna ormai vari anni:
una scuola, come tale, indipendentemente dall’autonomia, può partecipare ad una manifestazione sportiva federale in quanto società sportiva?
se la società si chiama con il nome della scuola ed è composto dai genitori, dagli studenti dal sindaco, preside e da tutti ovvio che si;
se la società è costituita dal Dirigente scolastico che affilia i propri studenti come tali ovvio che no.

E non è una limitazione dell’autonomia; è una salvaguardia prima di tutto verso il Dirigente scolastico.
Infatti anche solo le norme per accompagnare gli studenti per un’uscita sono estremamente stringenti e rigorose; mentre le norme per accompagnare gli atleti “ordinari” ad una gara sono molto diverse.
Un qualunque club può prevedere, e spesso accade, un nucleo o un gruppo di genitori che arriva con l’auto propria ed accompagna i giovani alle gare; mai può accadere nel caso di una scuola.
Sono molti quindi i compiti in contrapposizione o in contraddizione, a seconda che siamo a scuola o in una società sportiva. Ed il responsabile finale sarebbe solo il Dirigente.
Facile ritenere che la questione non sia stata esaminata al Miur . Infatti autorizza implicitamente la doppia funzione scuola-club-tesserato.
Altrettando facile immaginare che per qualche Ente la collaborazione sia solo un mezzo per aumentare gli iscritti.
Non è quello di cui ha bisogno la scuola per avviare allo sport i propri studenti.
Forse sarebbe meglio una sorta di ravvedimento operoso…..
Di seguito entriamo nel merito dei progetti, ovviamente con sintesi assoluta e non esaustiva. I commenti sulla verifica dei siti  sono relativi a sei giorni dalla pubblicazione della Nota.
Ovvio che non si può non notare che manchi il Basket, per decenni atletica, basket e volley erano sinonimo di sport a scuola. E’ vero che, visto il livello di alcuni progetti , se ne manca uno non ci si accorge.

In conclusione riponiamo la domanda: Ma il Miur con ventimila docenti e centoventi tra Coordinatori e presidi sportivi territoriali non ha davvero nulla da proporre?

Alla prossima… Silvano

Federbocce:  propone  ” È prevista la presenza di esperti esterni alla scuola (Educatori Sportivi Scolastici qualificati F.I.B.). Questi Educatori Sportivi Scolastici presteranno la loro collaborazione a titolo di co-educatori per le attività integrative, opzionali e sperimentali……….…….La gestione degli aspetti organizzativi, il coordinamento degli incontri di programmazione didattica e la raccolta della documentazione sono affidati all’insegnante in relazione con l’Educatore di riferimento del plesso scolastico, con la supervisione del Tutor regionale……. ……..2. Compilare e inviare gli elenchi delle classi e degli alunni che partecipano al progetto utilizzando il modello allegato (Allegati 2A e 2B).
Negli Allegati Cognome, nome, data nascita e classe sembrano dati sensibili .
Federazione dama:Scrive anch’essa che : detti corsi saranno svolti dai formatori della FID e non insegnanti, per il rapporto con gli studenti.
Certamente ha un buon progetto didattico.
Federazione di atletica. 
Nei fatti è solo la proposta di qualche garetta in più nella speranza di trovare qualche piccolo talento. Non esiste progetto didattico.
L’iscrizione, percò, chiude con una nota che recita come tutto il materiale arrivato dalle scuole (audio foto videa) sarà utilizzabile per scopi promozionali ( sotto integrale);
inoltre la Fidal chiuderà le giornate presso i centri Auchan e Simply con la giornata del bambino più veloce.
Una liberatoria solo scolsatica che non comprende evidentemente i genitori, infatti il testo integrale è:
N.B.: si ricorda che tutto il materiale spedito potrà essere utilizzato e diffuso, anche attraverso il sito web www.fidal.it, dagli organizzatori della campagna educativa e non verrà restituito al mittente. Ai dati contenuti nel presente modulo, nonché a quelli comunicati via telefono o internet, verrà riservato il trattamento previsto dal decreto legislativo 196/2003, compatibilmente con i fini delle attività e finalità della presente campagna educativa.
Federcalcio:  Ha un progetto completo.
Tende a sostituire il Ministero, anche per le carenze oggettive del Miur. In passato sovente ha ricevuto critiche dai docenti per eccessiva autosufficienza . In ogni caso è il progetto migliore, dopo la Pallavolo.
Federazione pallamano FIGH.
Da anni non collabora nelle edizioni dei campionati.
La collaborazione consiste nel tesserare studenti con le società scolastiche.
Si tratta a tutti gli effetti di tesseramento federale, soprattutto con lo scopo di aumentare i numeri di praticanti rispetto al Coni.
Inoltre la Circolare n. 28/2016 del 22 aprile informa che:
Vengono ricercati gli Istruttori scolastici di base come da stralcio seguente: Finalità
Il Corso ha il compito di formare, sulla base di quanto previsto nella circolare n° 25/2010, un tecnico con competenze specifiche di Istruttore scolastico di base, al fine di poter guidare squadre partecipanti ai Campionati Under 12 ed Under 14.
Il Corso è destinato ai candidati aventi i seguenti requisiti:
– età minima anni 18
– diploma di scuola media superiore
Nella Ministeriale si scrive di docenti …..
SQUASH: Non si trovano notizie se non che a Cosenza giocano a Squash.
Federhockey: Non si trovano notizie di progetti scuola sul sito.
Federazione Lotta pesi judo
Gli studenti vengono tesserati ed il dirigente dichiara:
Riportate correttamente le suddette informazioni, il sottoscritto Prof. ………………………………………………, Dirigente Scolastico, dichiara di accettare incondizionatamente Statuto e Regolamenti FIJLKAM.Lo stesso dirigente autorizza l’uso dei dati personali.
Forse è il caso di ricordare che non viene più fatto il giuramento alla Repubblica nemmeno da chi entra in ruolo……

Sport equestri:Pochi riscontri. Probabile attività terapeutica, però il titolo: Ginnasticando con il Pony è bellissimo, per un cartone, appunto.
Pallavolo. Progetto completo con alta adesione. Scuola e pallavolo hanno, per vari motivi, una storia comune notevole, fatto salvo l’alto livello di promozione di merendine pare il progetto migliore tra tutti. Per motivi anche strutturali la pallavolo è pure la disciplina più diffusa tra le studentesse, fatto da ricordare.
Pentathlon moderno:Difficile trovare tracce dall’indirizzo della federazione. Solo la traccia di un progetto al Miur.
Rugby:Si tratta di un tesseramento a tutti gli effetti della Scuola alla federazione.Inoltre il dirigente : (testo da Disposizioni generali settore scuola Fir )Il Dirigente Responsabile, richiedendo il tesseramento o il rinnovo dello stesso, si assume la responsabilità in ordine al possesso, da parte dell’atleta, dei prescritti certificati che devono essere conservato presso l’ Ente scolastico di appartenenza. E’ prevista una tassa come per le altre società affiliate. La ministeriale ricorda nessuna spesa per le scuole……
Tennis e badminton:Fatto dalle due federazioni con lo stesso programma mescola in parte attività societaria e scolastica. Previsto il tesseramento, il progetto non è spiegato al meglio sul sito , si prededono ore “dimostrative”.
Triathlon:Prevede solo usa serie di gare, progettualità difficila da verificare dal sito .
Vela: Progetto di poche righe. Solo promozionale. Probabilmente utile, vista la lunghezza delle coste italiane
Scacchi:Propone vari livelli di collaborazione con le scuole.
Fiefs Educatori fisici: Non si trova traccia di progetti sul sito, se non qualche corso in montagna. Trattasi di associazione professionali di docenti educazione fisica.
Movimento sportivo popolare. Dal sito non valutabile alcun progetto
Fondazione Onesti:Difficile trovare il progetto dal sito, se non un concorso sulla correttezza dello sport.
Special olympics      e   Fis Dir: Hanno nei compiti istituzionali, naturale la collaborazione con scuola e studenti.
Libertas: Sul sito si trovano facilmente tracce su progetti di anni addietro. Verosimilmente ne saranno presentati altri più avanti