Funziona così. Le regole del sito

Aggiungo in premessa, in data 3 aprile, qualche dato.
Il sito è gestito da Silvano Mombelli .
Insegnante di educazione fisica .
Allenatore, in passato, di atletica leggera, specialista salti.
Allenatore, in passato, di pallamano, a memoria, secondo o terzo livello.
Per anni venti Coordinatore di Educazione Fisica a Brescia.
Giornalista , pubblicista, per hobby.
Da qualche anno ottimo cuoco.

Ciao il sito funzionerà in questo modo:in base ai temi inserirò quello che posso.
Tengo però precisare alcune cose.
A volte fatico a rileggere bene i pezzi al computer, se li stampo correggo meglio;  lo schermo mi fa sfuggire alcune cose;  quindi chiedo fin da adesso perdono se scappa qualche virgola o qualche punto. Tengo a precisare che avendo fatto nove anni di latino ritengo di sapere scribacchiare abbastanza decentemente,  ma la colpa è del computer, un po’ come l’algoritmo nelle graduatorie dei colleghi assunti quest’anno.
Scriverò in ordine sparso cercando di mescolare abbastanza decentemente le cose nuove e quelle meno nuove, soprattutto perché, avendo accumulato molta esperienza, che significa anche l’età della pensione, mi rendo conto che abbiamo avuto, come insegnanti di educazione fisica, qualche periodo storico decente.

Oggi non siamo certamente nell’età dell’oro per lo sport scolastico.

Dato che per vent’anni della mia carriera ho fatto il Coordinatore di Educazione Fisica ho potuto vivere in un osservatorio davvero notevole; sia avendo contatti con la scuola che funziona tutti i giorni, docenti e presidi,  sia con alcuni  importanti interlocutori  ministeriali .

L’attenzione su come funzionava la scuola era diversa negli scorsi decenni? Probabilmente in parte era anche diversa l’Italia .
In ogni caso tenterò di raccontare, pur se episodicamente, come funzionava la materia inserendo anche ogni tanto piccoli pezzi di storia vissuta.

Tentando di richiamare il passato migliore di un settore che tutti reputano importantissimo e per il quale si fa davvero poco.

Quindi ci intratterremo rispondendo ad alcune domande che seguono, e non solo.
Servono gli insegnanti di ginnastica nella scuola elementare?;
il coordinamento di educazione fisica e utile inutile è dannoso o indispensabile?;
il ministero può proporre agli studenti, ed organizzare per gli stessi, lo sport come succede in altre parti del mondo?;
si possono programmare finali nazionali studentesche a basso costo per lo Stato ed ad alta soddisfazione per gli studenti?;
Esiste un motivo preciso per il quale da ormai una decina d’anni l’attività sportiva non può partire da settembre mentre in Francia le circolari con i regolamenti sono biennali o triennali?;
esiste l’attenzione allo sport scolastico da parte del mondo sindacale e politico?;
tutti questi e molti altri temi saranno trattati ovviamente con la dovuta lentezza per il fatto che essendo pensionato sono giustificato a non essere prontissimo.

Non esistono vincoli di  proprietà su quanto pubblico.

Alle prossime letture Silvano.

 

N.B. Non sono attivati i commenti